appuntamenti

CALENDARIO WORKSHOP

Modi di successo per vendere alla GDO con la forza del Distretto”

CALENDARIO EVENTI CONCLUSIVI

SCARICA CALENDARIO »

 

 

I Workshop tematici per il bench marking

modi di successo per vendere alla GDO con la forza del Distretto”

Questo il tema da porre al centro dei laboratori di pensiero che saranno avviati dai Workshop.
Essi rappresenteranno gli step per trasformare quanto oggetto del serrato confronto in una prima versione di “modello d’intervento integrato strategico pilota”.

Oggetto dell’analisi è, in sintesi, capire come dall’insieme organizzato delle imprese agroalimentari dei contesti regionali coinvolti possa venir fuori una forza creativa prima di tutto, e contrattuale poi, capace di “vendersi” in modo nuovo alla Distribuzione Moderna nazionale ed estera.

Alla luce di quanto detto il modello di ricerca da costruire partirà perciò dalla scelta ragionata dell’esperienza eccellente di vendita piuttosto che da un’esperienza identificata in sede di offerta, avendo conto di un orizzonte internazionale.
Il modello messo a punto, sarà presentato ad un target di attori qualificato, strettamente connesso al mondo dei distretti produttivi in termini di opinion and decision making.

Per massimizzare l’individuazione di esperienze di successo per l’attività di benchmarking attorno al fulcro tematico esposto, si procederà ad un serrato confronto tra i protagonisti delle azioni distrettuali nelle aree geografiche interessate e all’analisi delle esperienze comparate.
Saranno realizzati 5 workshop

  • Il workshop: “modi di successo per vendere alla GDO con la forza del Distretto”  nella Regione Veneto, con protagonisti il Metadistretto Alimentare Veneto, il Distretto del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, il Distretto ittico della Provincia di Rovigo;
  • Il workshop: “modi di successo per vendere alla GDO con la forza del Distretto”  nella Regione Puglia, con protagonisti i distretti “Terre Federiciane” e “Jonico – Salentino”;
  • Il workshop: “modi di successo per vendere alla GDO con la forza del Distretto”  nella Regione Siciliana con protagonisti 3 distretti per ciascun workshop, selezionati per categorie omogenee di grandezza e copertura territoriale.

Durante i workshop il gruppo di lavoro di progetto introdurrà anche l’approfondimento delle meccaniche di funzionamento dei distretti produttivi delle aree territoriali esaminate e degli impatti sullo sviluppo economico delle filiere interessate, perciò a corollario del tema principale, si cercherà di capire come i seguenti fattori incidano\condizionino il successo delle performances degli aggregati d’imprese, in particolare:

a) normativa che regola il riconoscimento, nascita ed evoluzione dei soggetti distrettuali;

b) meccanismi di finanziamento e di funzionamento;

c) organizzazione dell’attività di commercializzazione, produzione ed internazionalizzazione.

Oltre ai tecnici del gruppo di lavoro e ai rappresentanti dei distretti coinvolti i workshop saranno aperti a rappresentanti delle istituzioni regionali protagoniste del riconoscimento pubblico dei distretti, alle imprese rappresentative partecipanti, a tutti quei soggetti che s’interfacciano con il soggetto distrettuale e non con le singole imprese che lo compongono.

Dopo ciascun workshop sarà elaborato un report con gli atti dell’evento che verrà reso disponibile a chi ne faccia richiesta o nello spazio web di riferimento del progetto. Tutti i risultati dei workshop e gli atti relativi verranno inoltre pubblicati nell’area intranet.

Per ciascuna regione coinvolta verrà pertanto realizzato un seminario di presentazione del modello definito, durante il quale si recepiranno le indicazioni degli addetti ai lavori per perfezionare il fine tuning dello strumento.
I contenuti acquisiti verranno resi patrimonio comune dei distretti regionali attraverso tre giornate conclusive di diffusione e approfondimento, una per ciascuna regione coinvolta.
Tali momenti plenari per l’altezza e la specificità dei profili dei soggetti invitati e coinvolti valideranno il punto di arrivo del lavoro svolto quale formula vincente per il successo commerciale sui mercati internazionali del paniere di prodotti integrati connotato quale “paniere italiano”.

 

Gli Eventi

A conclusione dell’intero progetto, come momento di riflessione e di condivisione dei risultati raggiunti, si organizzeranno tre manifestazioni nelle regioni coinvolte (Sicilia, Veneto e Puglia) con l’obiettivo di:

  • far conoscere i risultati raggiunti nel corso dello svolgimento delle varie fasi dell’intera iniziativa progettuale;
  • promuovere presso l’opinione pubblica l’immagine dei prodotti dei Distretti, intesi come risorsa produttiva e turistica attraverso il riconoscimento del territorio nella cultura enogastronomica.

Ciascun evento si articolerà in tre fasi:

  • la prima fase prevede la  realizzazione di tre seminari di presentazione, (da svolgersi prima del Convegno finale e durante la giornata conclusiva del progetto) uno per Regione coinvolta, a termine dei quali il modello verrà condiviso nella sua versione definitiva.
  • la seconda fase prevede l’organizzazione di un convegno avente per oggetto la presentazione degli obiettivi raggiunti nelle singole azioni progettuali; sarà illustrato il progetto in tutte le sue fasi, gli attori coinvolti, saranno presentate le best practice emerse durante le riunioni di bench marking e i dati dell’attività di ricerca. Nell’occasione si promuoverà la qualità dei prodotti agroalimentari del territorio dei distretti produttivi, al fine di favorirne la conoscenza da parte del consumatore e l’espansione verso il mercato globale, inteso non come scomparsa del prodotto di qualità locale ma altresì come trampolino di lancio verso nuove opportunità di mercato.
  • la terza fase consiste nell’organizzazione di una manifestazione di promozione dei prodotti tipici, denominata “Matrimonio in cucina” con l’obiettivo di far conoscere ad un pubblico di addetti ai lavori, buyers, giornalisti e operatori commerciali i Distretti Regionali, le loro finalità e le produzioni tipiche. In Sicilia l’evento “Matrimonio in Sicilia” consiste in una degustazione dei prodotti tipici dei distretti. Nella Regione Veneto verrà allestita una degustazione di abbinamenti dei prodotti dei distretti, accompagnata dalla presentazione delle caratteristiche del prodotto e della storia dello stesso.

Nella Regione Puglia la degustazione di abbinamenti dei prodotti dei distretti verrà organizzata presso una prestigiosa location e supportata dai corner del gusto che proporranno le proprie eccellenze gastronomiche.

Gli eventi di diffusione perseguiranno quindi una strategia di fondo volta a pubblicizzare il Progetto e ad informare sullo stato di avanzamento, sulle iniziative possibili e sui principali risultati conseguiti,  articolandosi su due diversi livelli comunicativi:

  • un primo livello rivolto ad attori istituzionali, operatori di settore, beneficiari e potenziali beneficiari, destinato a promuovere e dare visibilità su grande scala al progetto, alle iniziative messe in atto e ai risultati conseguiti;
  • un secondo livello per buyers, operatori, ristoratori e giornalisti finalizzato a porre l’accento sulla genuinità e qualità dei prodotti alimentari promossi da ciascun distretto, ad approfondire temi specifici quali le iniziative di internazionalizzazione commerciale e di attrazione di investimenti per la promozione e valorizzazione dei prodotti.

Il Convegno conclusivo

Per ogni Regione è prevista l’organizzazione di un convegno conclusivo dedicato alla diffusione a carattere regionale delle informazioni generali e specifiche inerenti i contenuti del Progetto Distretti in Cucina. Il convegno finale consentirà di divulgare i risultati complessivi dell’iniziativa, assicurando la circolazione di informazioni tecnico-economiche tra gli operatori locali, agricoltori, rappresentanti delle istituzioni e dei singoli distretti, operatori economici del settore e mondo della ristorazione attraverso un dibattito aperto alla luce dei risultati e dei modelli pilota di eccellenza frutto degli scambi avvenuti durante i laboratori itineranti attuati nel corso del progetto.
Interverranno testimonial di spicco che relazioneranno circa  la necessità di  possedere una reale maturità commerciale, basata sulla capacità di competere, di specializzarsi su peculiari eccellenze senza cedere a facili tentazioni del mercato. Rendere visibili e "vendibili" i propri territori d'origine, intesi come esperienza del gusto e delle emozioni, qualcosa da ricordare e da poter ricomprare una volta a casa: è il messaggio da trasmettere. Sono queste le ragioni dell'elaborazione ed estensione  di un modello di intervento integrato strategico pilota, in grado di massimizzare le ricadute dell’azione distrettuale sia in termini di redditività delle imprese che in termini di crescita generale per il territorio alle altre regioni. Come da mission del progetto è necessario rafforzare le motivazioni dei produttori di tutti i territori regionali, orientandoli verso una fattiva e reale cooperazione per affrontare una sfida possibile e consapevole con i mercati mondiali, utilizzando gli strumenti di promozione e internazionalizzazione da esso generate. A conclusione di ciascun convegno regionale si svolgerà la manifestazione denominata “Matrimonio in cucina”.

 

In Sicilia

Relativamente alla conferenza conclusiva per singola regione coinvolta, si intende esaltare e dare grande spazio alla componente edonistica legata al mondo dell’agroalimentare.
Si ritiene che il miglior modo di trasferire e condividere quanto scaturito dai percorsi tecnici e specialistici - condotti e conclusi nelle fasi di progetto precedenti alla presente - sia ricreare un contesto che riprenda il tema principale “Distretti in Cucina”, sfruttando tale dimensione per trovare il necessario appeal per attrarre esperti di caratura internazionale ed internazionale sulle iniziative di internazionalizzazione commerciale e di attrazione di investimenti.
Ai momenti di animazione tematica si aggiungerà una componente principalmente tecnica che sarà esposta durante la conferenza da interlocutori privilegiati e che prevede tra i relatori l’apporto scientifico di IDIMED – Istituto della Dieta mediterranea.
Passando alla componente più ludica e edonistica del programma “Matrimonio in cucina” è il nome delle manifestazioni che si svolgeranno rispettivamente in Sicilia, Puglia e Veneto a chiusura del progetto “Distretti in cucina”.
Il nome che abbiamo voluto dare alla manifestazione è legato all’unione che si realizzerà dall’eccellente abbinamento tra i prodotti dei singoli distretti che raccontano storia, tradizioni e passione dando vita allo sposalizio tra le tipicità di regioni differenti.
E’ un appuntamento gastronomico organizzato a conclusione dell’intero progetto per promuovere le peculiarità delle produzioni tipiche locali dei Distretti e per creare un momento di aggregazione poiché è  nella conoscenza dei prodotti tipici che si riscopre il sapore delle origini e dei ricordi, il gusto della ricerca e della scoperta. L’obiettivo è preservare le tipicità regionali minacciate dalla globalizzazione gastronomica che provoca l’appiattimento dei gusti e le cattive abitudini alimentari.

Farà da cornice alla serata il corner del gusto, allestito sempre all’interno della location, dedicato alle eccellenze gastronomiche del territorio e dei distretti produttivi coinvolti nel progetto.
Questa “itinerario tra distretti” vuole rendere visibile, in un unico spazio, l’incontro tra chi produce, chi trasforma, chi consuma: attori di un percorso comune di gusti e suggestioni, che la tradizione alimenta, l’impegno quotidiano arricchisce e la memoria sostiene.

 

In Veneto e in Puglia

La manifestazione coinvolgerà i rappresentanti dei singoli distretti, che si occuperanno di selezionare, anche in questo caso, i prodotti e le eccellenze del territorio che animeranno ciascun corner del gusto allestito da parte di ciascun distretto partecipante.
Si realizzeranno momenti di degustazione dei prodotti esposti anche attraverso la preparazione di aperitivi tra i distretti, ai quali faranno da cornice momenti di approfondimento storico-culturali, nonché la presentazione delle ricette del passato a cura dei rappresentanti di ogni singolo distretto.
Gli stand allestiti non saranno altro che la fotografia di un mercato locale “diversificato” tale da riuscire a focalizzare l’attenzione del Consumatore, il vero artefice della scelta di acquisto, sulle tematiche della conoscenza, differenza, tracciabilità e sicurezza alimentare.
Dovrà trionfare il gusto, l’arte culinaria ed i prodotti tipici, sapientemente selezionati e presentati daranno vita ad un evento mediatico interamente dedicato alla divulgazione ed alla promozione della qualità dei prodotti, volto a favorire il processo di internazionalizzazione delle aziende produttrici. A tal proposito, al fine di mettere in luce gli aspetti culturali e sociali che costituiscono gli elementi peculiari del prodotto di qualità, gli operatori di ciascun distretto si relazioneranno con i partecipanti promuovendo i principi di una sana e corretta dieta alimentare al centro della quale vi sarà il cibo inteso come cultura, rispetto dell’ambiente e soprattutto come conoscenza del patrimonio agroalimentare del territorio. All’interno di ogni corner del gusto gli operatori proporranno abbinamenti tra i prodotti dei singoli distretti al fine di stimolare l’interesse verso connubi gastronomici innovativi realizzando un vero e proprio matrimonio in cucina così come recita il nome della manifestazione. Un premio speciale verrà dato all’abbinamento più fantasioso ed originale da parte di una giuria composta dai partecipanti all’evento.
Gli eventi conclusivi saranno promossi attraverso la campagna pubblicitaria sui mezzi stampa e TV, e attraverso banner sui siti specialistici istituzionali e una mirata campagna pubblicitaria su facebook.

newsletter

iscriviti »

comunicazione

entra »